Featured

Primo articolo del blog? Fatto âœ”

Questo è l’estratto dell’articolo.

Annunci

Ciao a tutti, o meglio Salut! 😊 in questo mio blog, da brava farmacista, condivideró tematiche importanti sulla salute e le sue molteplici sfaccettature. Parlerò soprattutto di sana alimentazione, essenziale per un corretto stile di vita e per la prevenzione di alcune malattie. Non mancheranno curiositá e tematiche attuali. Gioco sull’ambiguità del titolo per augurarvi con “Salut”, un caldo benvenuto nel mio sito e una buona permanenza!

A presto, Elvis 😊FB_IMG_1505396502131

Attenzione all’uso dell’ormone della crescita nel bodybuilding

Quante volte vediamo in palestra, in televisione, su internet, im giro per la città i cosiddetti “culturisti”? Corpi scolpiti, adipe inesistente, la perfezione apparentemente. Ma cosa c’è dietro? Naturalmente questi muscoli abnormi non possono essere frutto soltanto degli allenamenti fisici, ma c’é di piú: la maggior parte dei culturisti utilizza sostanze ormonali, proteine, al fine di aumentare la massa muscolare , anche a discapito dei propri organi. I consigli il piú delle volte arrivano da personale non qualificato nelle palestre che, non conoscendo i rischi legati all’assunzione di queste sostanze, pensa di avere le competenze per poter indirizzare verso la scelta giusta . Avete mai sentito parlare di GH? No, non é un social network né tantomeno una parolaccia codificata, ma é l’ormone della crescita. Viene prodotto dall’organismo a partire dall’ipofisi, ghiandola che regola le secrezioni corporee di altre ghiandole, sulla base di segnali ipotalamici. Una volta prodotto, il GH avrà azione sulle ossa, sul cuore, sui polmoni, muscoli e su altri tessuti, consentendone l’accrescimento fino alla pubertà, quando diafisi ed epifisi delle ossa si saranno saldate e la statura rimarrá tale. L’ormone inoltre é iperglicemizzante perché aumenta la quantità di zucchero nel sangue ed ha anche un effetto lipolitico, perché fa aumentare la massa muscolare a discapito della massa grassa. Quindi già abbiamo nel nostro corpo un pool di GH , se ad esso aggiungiamo GH esogeno assumendo queste sostanze dopanti, rischiamo di andare incontro a problemi cardiaci, diabete (proprio perché l’ormone é iperglicemizzante), acromegalia ( la quantità elevata di GH agirà sulle ossa facendole crescere peró in spessore con conseguenti anomalie), patologie neurodegenerative e neoplasie. Domanda: “É preferibile nutrire il proprio corpo regolarmente, magari preferendo alimenti proteici al fine di aumentare naturalmente la massa muscolare oppure é preferibile fare uso di sostanze esogene che ledono gli equilibri di regolazione ormonale preesistenti con conseguente sviluppo di patologie?”. Naturalmente io opto per la prima e, consiglio prezioso: quando in palestra, per il desiderio di incrementare la massa muscolare, vi indicano di far uso di capsule energizzanti, polveri e proteine varie, anzitutto consultate il vostro medico o il vostro farmacista di fiducia e poi informatevi bene sui rischi. Il nostro corpo è l’unico posto in cui dobbiamo vivere, non limitiamoci a farlo apparire, ma prendiamoci realmente cura di esso. reato-sostanze-dopanti

Cosa accade al tuo corpo quando ti innamori

L’amore è il sentimento nobile per eccellenza, capace di stravolgere gli aspetti emotivi,  razionali e fisici della persona che lo prova. E i nostri organi? Ne risentono? In un certo senso, cambia qualcosa in noi? Nel processo di innamoramento sono coinvolte ben 12 aree del cervello, che producono diverse sostanze i cui effetti sono simili a quelli provocati da certe droghe o dagli sport estremi. Adrenalina pura, insomma! Quante volte vi é capitato di guardare l’immagine di chi amate, sia esso ragazzo/ragazza e mutare il vostro umore  per i piccoli terremoti emotivi che si susseguono interiormente? A tal proposito, vi parlo di uno studio effettuato che ha consentito di sottoporre dei giovani innamorati a risonanza magnetica, mentre venivano mostrate loro le foto del partner. Si è visto che in quei momenti si attivavano le aree responsabili della produzione di dopamina (un neurotrasmettitore coinvolto nel meccanismo del piacere), di adrenalina (ormone che predispone l’organismo ad affrontare le situazioni di emergenza sul piano fisico ed emotivo) e di feniletilamina (un ormone avente proprietà eccitanti).  Quindi Amore é proprio chimica, perché queste sostanze che vengono rilasciate sono sostanze chimiche, responsabili di ció che si prova in quel momento. Questo cocktail chimico , induce uno stato di eccitazione, la comparsa delle cosiddette “farfalle nello stomaco”, leggera vertigine, mani fredde e se volete saperlo, anche aumenti di peso. E’ provato che esiste una correlazione tra l’aumento di massa corporea e l’esistenza di una relazione stabile, che dona benessere all’individuo, il quale si lascerà andare maggiormente a tavola, rassicurato dalla solidità del legame amoroso. Consideratelo un modo per scusarsi con la bilancia… è colpa della chimica!

storie_damore_e_di_cucina_quando_letteratura_e_cibo_sincontrano_0

 

A Palermo la giornata dedicata alla prevenzione. La regola delle 4 M per star bene con sé stessi.

Oggi, 29 settembre 2017, si è conclusa a Palermo, ai Cantieri Culturali della Zisa, una giornata all’insegna dell’informazione scientifica e della prevenzione. Si sono effettuate circa 250 consulenze gratuite grazie a medici qualificati ed esperti del settore. Tutti più o meno sappiamo i rischi a cui si va in contro quando si mangia troppo e male, quando si fuma, quando si conduce uno stile di vita sedentario, quando si beve a dismisura, quando si fa abuso di sostanze stupefacenti e quando “smetteró” si traduce in un tempo futuro troppo, troppo lontano.  Tutti sappiamo, questo è conoscere; non tutti mettiamo in atto ciò che sappiamo, questo è ignorare. Forse per menefreghismo o forse perche’ vediamo a noi estranei i fattori di rischio e le patologie, in quanto non siamo implicati in esse  (per fortuna!). Eppure questi fattori di rischio sono reali e sono reali anche le malattie che essi comportano. Prime fra tutte le MALATTIE CARDIOVASCOLARI, prima causa di morte nel nostro paese. Tengo particolarmente a questo tema, talmente tanto da chiedermi: <<come possiamo limitarne, se non addirittura evitarne la comparsa?>>. La risposta che ho trovato a questo interrogativo , o meglio che ho realizzato, é la regola delle 4 M:

-MUOVITI, SEMPRE  (anche una passeggiata di 15 minuti al giorno)

-MANGIA MOLTA VERDURA, FRUTTA E LEGUMI

-MENO FUMO

-MENO SALE

Le 4 M che potrebbero ridurre il consumo di Medicine , le 4 M che potrebbero placare il tuo Malessere.

455237505

Scrub e bellezza

Buongiorno trifogli! ☘ A fine estate, risentiamo dei postumi della tintarella e assistiamo al rinnovo cellulare della pelle. Biologicamente, infatti, le cellule epidermiche sono governate da un turn-over  che si manifesta mediante la desquamazione superficiale della pelle. E’ bene quindi, almeno 1 volta a settimana applicare uno scrub viso-corpo per eliminare questo strato di “pelle morta”, mantenendo la pelle luminosa e morbida al tatto sempre. In passato ho utilizzato diversi scrub e maschere per il viso, ma non ho mai provato l’entusiasmo del “fai da te”. Oggi vi elenco alcuni scrub che potrete tranquillamente preparare in casa, risparmiando sui costi e ottenendo qualcosa di naturale che vi soddisfi per il risultato. Possiamo prepararne di tutti i tipi, basta tener conto delle proprietà degli alimenti che utilizziamo, che possono apportare benefici alla nostra pelle, cosí come quando li assumiamo. Ve ne elenco alcuni, con indicazioni ben precise:

CONTRO LA CELLULITE▶Consiglio di unire l’olio di mandorle dalle proprietà elasticizzanti e idratanti con la polvere di caffè. Si tratta di un binomio ottimo contro la cellulite, in quanto consente di sgonfiare e drenare grazie alle sue proprietà osmotiche.

PER PELLI ULTRA SENSIBILI▶ Consiglio di versare in una ciotola due cucchiai di amido di riso, l’olio d’argan (reperibile in erboristeria, farmacia e in alcuni supermercati) e un cucchiaio di zucchero. Il risultato è  delicato e dolcissimo, non irriterá la vostra pelle, né ne comprometterá la sua sensibilità.

PER TUTTI I TIPI DI PELLE ▶ Consiglio di mescolare 1 cucchiaino di zucchero, 3 cucchiai di olio d’oliva o di mandorle (o comunque qualsiasi altro olio che trovate in erboristeria) e 2 cucchiai di miele. Amalgamare il tutto e poi massaggiare questa pappetta sulla pelle umida, muovendo le dita in modo circolare per attivare la circolazione.

Questi sono i 3 scrub che vi consiglio oggi, ma potete sbizzarrirvi nel crearne degli altri, aventi come base sempre sale o zucchero per il loro effetto esfoliante.

Salut(e) vi augura buona giornata☘☘☘

dM-440x267

 

Tra sogno e realtá

Oggi affronteremo una tematica importante, una patologia degenerativa per la quale non esiste ad oggi nessuna cura efficace. Parleremo oggi del morbo di Alzheimer. Navigando per il web, il mio interesse nel descrivervi questa tematica é stato suscitato da un’immagine che non ho potuto fare a meno di condividere con voi. L’ho scelta perché, a parer mio, é la piena manifestazione della patologia vista dall’interno, paragonata ad una situazione normale. Come ben sappiamo, il nostro cervello presenta tutta una serie di solchi per le molteplici circonvoluzioni che lo caratterizzano e, nell’individuo affetto da questa demenza, si possono notare dei solchi molto evidenti, quasi degli spazi vuoti tra la materia cerebrale. Cosa sono questi spazi? Cosa indicano queste depressioni profonde? Sono indice di un ridimensionamento del cervello e mancanza di sue parti: nell’individuo si alterano zone del cervello e con esse vengono vengono spazzati via anche  i ricordi , la  memoria, l’orientamento,  la capacità di parlare e quella di pensare. Viene perso tutto ció che ci rende individui, viene persa l’identità del malato. Ad oggi è attivo un piano di prevenzione, soprattutto nei confronti dei soggetti che hanno maggiori possibilità di ammalarsi per cause genetiche. Personalmente preferisco parlare di prevenzione quando una malattia si definisce curabile e non tanto di prevenzione per una malattia incurabile, in quanto il soggetto é di per sé esposto ad un invecchiamento neuronale nel tempo e, una volta diagnosticata la demenza, si puó fare ben poco per evitarne le conseguenze. Sicuramente però possiamo cambiare le nostre abitudini e arricchirle di diete equilibrate , attività aerobica, letture, parole crociate e altri giochi per allenare la mente. Mi auguro che questo articolo, insito di speranza, possa essere un giorno rimpiazzato da un altro, scritto dalla sottoscritta con vena di ottimismo, per condividere la gioia della cura trovata per questo male. La scienza non ci abbandona e noi stiamo qui ad attendere!

#AdMaioraSemper FB_IMG_1504609091217

Bio&Buono

Il mio buondí a questo nuovo giorno ha avuto come protagonisti fette biscottate integrali e marmellata biologica ai mirtilli, senza dolcificanti aggiunti, ma con frutta allo stato puro. Recentemente abbiamo parlato del mirtillo come superfood per le sue sostanze benefiche; oggi, piú che sul mirtillo, ci concentreremo sul termine “biologico” che va espandendosi sempre più a macchia d’olio nei market e tra i consumatori. Ma cosa s’intende esattamente per “biologico”? Il termine ingloba tutti quegli alimenti che, senza l’impiego di pesticidi né di altri prodotti chimici, provengono da coltivazioni naturali, definite appunto biologiche. Mangiare biologico é senz’altro un atto per soddisfare un bisogno vitale, ma soprattutto dev’essere inteso come una scelta di vita che tutela l’ambiente e il verde che ci circonda. E’ un modo di vivere più consapevole, é semplicemente mangiare senza inquinare. 20170918_131448

La medicina del futuro: il cibo

Mai sentito parlare di superfoods? Sicuramente sí, perché sicuramente saranno comparsi nelle vostre tavole e scivolati giù verso le vostre pance. Stiamo parlando di tutti quegli alimenti salutari che, per le loro molteplici proprietà e le loro sostanze benefiche, possono considerarsi alimenti fuori dall’ordinario, come delle forme di prevenzione contro malattie. La lista é lunga e tra i principali figura il mirtillo, che protegge il corpo da alcune forme di cancro prevenendone la comparsa, la quinoa per l’elevato contenuto proteico, il salmone che riduce i disturbi cardiaci (da mangiare almeno 2 volte a settimana) e poi ancora olio di cocco, cacao, uova, patate dolci, avocado, zucca, thé verde, spinaci, noci e tanti altri tutti da scoprire. Ricordate che quando assumete questi cibi, non state soltanto appagando la vostra voglia alimentare… sicuramente il vostro stomaco ringrazierà, ma in quel momento fate di piú: nutrite il vostro corpo preservandolo da malesseri e infezioni. Se eguagliate questa frase al verbo “mangiare” , seguendo lo stile di vita corretto, avete vinto! superfoods